Richieste di nomi a dominio con RDAP

SWITCH gestisce un server RDAP per effettuare richieste dei dati di registrazione di nomi a dominio .ch e .li. Viene supportata la classe "Domain" (Domain Object Class). La risposta avviene in formato JSON. Il server RDAP può essere interrogato con un client HTTP a scelta.

Agli utenti anonimi non viene mostrata alcuna informazione sul detentore o sul contatto tecnico di un nome a dominio. Gli utenti autenticati con un conto utente ricevono i dati di registrazione completi a seconda delle loro autorizzazioni.

  • nel browser (Firefox consigliato)
  • con un client REST (stand-alone o come estensione del browser)
  • nel terminale

Vedere gli esempi riportati di seguito.

Oltre a richieste GET è possibile eseguire anche richieste HEAD. In questo modo è possibile determinare se un nome di dominio è già registrato senza che siano contenuti altri dati.

nel browser

nella barra degli indirizzi digitare:

https://rdap.nic.ch/domain/xyzdomainname.ch?login

Il browser visualizza un prompt di login, inserite il nome utente e la password del vostro conto utente.

con un client REST

Method: GET (oppure HEAD)
URL: https://rdap.nic.ch/domain/xyzdomainname.ch

Per effettuare l'autenticazione, inserite il nome utente e la password del vostro conto utente.

nel terminale

curl -u nome_utente https://rdap.nic.ch/domain/xyzdomainname.ch

HEAD request:

curl -I -u nome_utente https://rdap.nic.ch/domain/xyzdomainname.ch

nel browser

nella barra degli indirizzi digitare:

https://rdap.nic.ch/domain/xyzdomainname.ch

con un client REST

Method: GET (oppure HEAD)
URL: https://rdap.nic.ch/domain/xyzdomainname.ch

nel terminale

curl https://rdap.nic.ch/domain/xyzdomainname.ch

HEAD request:

curl -I https://rdap.nic.ch/domain/xyzdomainname.ch

Se il nome a dominio è registrato, il server RDAP fornisce in risposta dei dati in formato JSON insieme al codice di stato HTTP 200. Se non è possibile trovare il nome a dominio o i valori inseriti, in risposta il server fornisce esclusivamente codici di stato HTTP. In caso di richiesta tramite browser, tali codici non sono direttamente visibili; come risultato possono apparire un messaggio di errore o una pagina vuota. In caso di richiesta HEAD, il server risponde in ogni caso fornendo esclusivamente codici di stato HTTP, dati esclusi.

Significato dei codici di stato HTTP

404 (Not Found)

L'immissione non corrisponde ad alcun nome a dominio. In genere, significa che il nome a dominio non è registrato. Tuttavia, in ogni caso, ciò non significa che il nome a dominio può essere registrato.

200 (OK)

Il nome a dominio è registrato o al momento non può essere registrato.

400 (Bad Request)

Richiesta non valida, ad esempio caratteri non validi (quindi modificare la richiesta al prossimo tentativo).

429 (Too Many Requests)

Accesso limitato (attendere un po' di tempo prima di effettuare un nuovo tentativo).

 

Per RDAP si intende Registration Data Access Protocol, che va a sostituire il protocollo Whois, non più conforme ai requisiti tecnici odierni.

  • Risposta leggibile per macchina, standardizzata, in formato JSON.
  • Basato su HTTP e conforme al REST.
  • Accesso sicuro ai dati tramite HTTPS.
  • L'ufficio di registrazione ha la possibilità di stabilire diversi diritti di accesso per i singoli gruppi di utenti.

Vi sono più RFC al RDAP. Per l'implementazione delle richieste per i nomi a dominio .ch e .li sono rilevanti in prima linea RFC 7480 e 7483.

  • RFC 7480 HTTP Usage in the Registration Data Access Protocol (RDAP)
  • RFC 7483 JSON Responses for the Registration Data Access Protocol (RDAP)
  • RFC 7481 Security Services for the Registration Data Access Protocol (RDAP)
  • RFC 7482 Registration Data Access Protocol (RDAP) Query Format